VIPERS A CORRENTE ALTERNATA: TERZA SCONFITTA

Attacco Vipers

I Vipers Varese non riescono ad imporsi sul campo dei Daemons Martesana ed inanellano la terza sconfitta nel Campionato High School 

Busto Arsizio, 5 novembre 2012 – Niente da fare per i Vipers Varese nella quarta giornata del Campionato di High School: il gioco ancora troppo lacunoso, soprattutto in attacco, e la poca esperienza del 90% della squadra non consentono ai varesini di ripetere la bella prova della scorsa settimana contro i Rhinos, e cedono il passo ai Daemons Martesana, che vincono 27 a 0.

Su un campo reso pesantissimo dalla pioggia, i ragazzi di coach Di Lorenzo subiscono fin dall’inizio l’irruenza dei Daemons che infilano per ben due volte nel primo quarto di gioco l’area di meta varesina, senza trovare praticamente resistenza. Sul risultato di 12 a 0, finalmente, i Vipers sembrano svegliarsi di colpo e il gioco, soprattutto in attacco comincia a girare. Ma in campo regna sovrana l’incostanza, soprattutto da parte delle linee, e gli avversari sono bravissimi ad approfittarne. Ivan Fonti e Christian Sottura le provano tutte per portare avanti il pallone con le corse, ma il fango peggiora le cose e la palla finisce sempre non lontano da dove è partita. Tanti i fumble, con la palla che scivola dalle mani dei ragazzi come una saponetta…e il morale finisce sotto i tacchetti!

Il primo tempo finisce sul 18 a 0 per i Daemons e si va negli spogliatoi a testa bassa: i coach lavorano sodo nell’intervallo e i risultati si vedono subito: la difesa non concede più neanche una yard agli avversari, obbliga i Daemons al fumble e si rende protagonista di un intercetto (Tommaso Rimoldi). In attacco, i Vipers provano a cambiare le carte in tavola e mettono Fonti in regia: finalmente i varesini paiono aver trovato una via d’uscita con le corse di Chobotaru Kostantin e le ricezioni di Christian Sottura….ma non riescono a concretizzare il bel gioco. La pressione sulla linea d’attacco continua ad aumentare e nel quarto tempo di gioco, il QB Fonti perde la palla, che carambola fino in end zone, dove viene ricoperta dai Daemons, che portano il punteggio sul 24 a 0, poi arrotondato a 25 grazie alla trasformazione riuscita. La partita, da questo momento in poi, torna ad essere a senso unico, con i Vipers in stato confusionale ed incapaci di creare in attacco alcun pericolo per gli avversari. Molto meglio il reparto difensivo, che contiene il gioco dei Daemons fino alla fine….gli ultimi due punti di marca milanese vengono infatti segnati con una safety, ottenuta dopo che il QB varesino, letteralmente lasciato solo dalla sua linea, subisce ben due sack consecutivi.

Le statistiche a fine partita parlano di un attacco con troppi alti e bassi e con una difesa che, nella prima metà della partita, ha stentato ad entrare in gioco.

Siamo certi delle potenzialità di questa squadra, che manca di esperienza ma che non smette di stupirci per la coesione e la voglia di mettersi in gioco che continua a dimostrare, allenamento dopo allenamento: il progetto Vipers, da questo punto di vista, è riuscito in pieno. Peccato che i risultati ancora non lo dimostrino…”. Queste le parole di coach Di Lorenzo a fine incontro.

Per informazioni:
Barbara Allaria
(Ufficio Stampa Vipers Varese)