BATTUTI ANCHE I FROGS: IL DERBY PARLA ANCORA BUSTOCCO

IMG_7393La terza giornata del Campionato di Seconda Divisione va in archivio con la seconda vittoria consecutiva dei Blue Storms, questa volta ai danni dei Frogs.

Busto Arsizio, 16 marzo 2015 – Seconda partita per i Blue Storms e secondo derby consecutivo: sulla carta un impegno non impossibile ma certamente pieno di pathos, considerato il blasone della squadra nero-argento e la storia a due facce della scorsa stagione (una vittoria a testa per le due squadre negli scontri diretti). Alla fine, però, il risultato parla a favore dei bustocchi, che chiudono l’incontro sul 36 a 19. Tutto bene, quindi? Non proprio. A fine partita, malgrado la soddisfazione per la seconda vittoria consecutiva, il coaching staff ha bacchettato i giocatori per una serie di errori tecnici e di concentrazione che sarebbero potuti costare cari.

Nel primo quarto l’attacco bianco-blu non ha messo mai il piede in campo, complice una difesa che non è riuscita a fermare l’avanzata dei Frogs, efficaci soprattutto nelle corse, consentendo all’attacco avversario di restare a lungo padrone del gioco. A pochi minuti dal cambio campo, la svolta: i Frogs segnano ma non trasformano e il punteggio si sblocca a loro favore. 6 a 0. Si torna a calciare per il kick-off e qui succede l’imprevedibile: lo special team dei Blue Storms esegue un vero capolavoro, con Marco Gangi che riceve il pallone e corre, splendidamente protetto dai suoi compagni, fino in end zone. Il calcio addizionale va a buon fine e il risultato viene subito ribaltato: Frogs 6 – Blue Storms 7.

Nel secondo quarto i ragazzi di coach Ganci violeranno l’end zone avversaria per altre due volte, prima con una corsa del QB Andrea Fimiani e poi con una ricezione perfetta di Matteo Terramocci direttamente in meta. Il punteggio si fissa sul 21 a 6 a favore dei Blue Storms ma, di nuovo, è sul finire del secondo tempo che in tribuna si assiste ad un’azione spettacolare, con un’alternanza di entusiasmo e sconforto che non capita ad ogni partita! I Frogs vanno a segno ma la trasformazione viene deflettata e intercettata da Christian Sottura (implacabile in difesa), che corre a tutto campo fino in meta….Safety e altri due punti a favore dei Blue Storms: 23 a 12. Dopo l’intervallo si torna in campo e il copione pare lo stesso: Fimiani riporta di nuovo con una corsa il pallone in end zone, Marco Gangi trasforma e siamo 30 a 12. L’ultimo TD di giornata per i Blue Storms porta la firma del sempre ottimo RB Umberto Maj. Questa volta la trasformazione non va a buon fine. Prima del fischio finale c’è ancora tempo per una segnatura e relativa trasformazione da parte dei Frogs. La partita si chiude sul 36 a 19, tra gli applausi del pubblico che, comunque e malgrado il freddo pungente, si è divertito.

“L’attacco ha lavorato bene, anche se ci sono stati 2 attimi di confusione che ci sono costati 2 uscite a vuoto. Siamo contenti della vittoria, ma questo era un banco di prova per verificare l’effettiva forza della squadra e… c’è molto da lavorare ancora: una partita che sulla carta si doveva (e poteva) vincere con una differenza punti più netta, in realtà ci è costata tanta fatica. Sabato sera ci aspettano i Blacks a casa nostra, la squadra attualmente più forte del girone; sarà durissima, bisognerà lavorare bene in settimana per affrontarli adeguatamente e ottenere un risultato migliore di questa domenica, non tanto come punteggio, ma come impegno di ogni singolo reparto. Menzione speciale per la linea d’attacco che ha giocato in doppio ruolo tutto il tempo, cioè sia in attacco che in difesa, dove ha fatto al differenza: Matteo Trezzi e Francesco Martignoni, nella fattispecie. Spesso ci si dimentica del sacrificio di questi giocatori che non portando mai la palla difficilmente assurgono al ruolo di protagonisti.” Questi i commenti dell’Offensive Coordinator, nonché Presidente dei Blue Storms, Alessandro Di Lorenzo.

Di seguito, invece, le parole dell’Head Coach, Giovanni Ganci: “Quella contro i Frogs era una sfida da vincere e non è facile esprimersi al meglio quando si deve fare la partita. La nostra difesa ha concesso qualcosa a inizio e fine incontro mentre per il resto ha contenuto gli avversari nel migliore dei modi. L’attacco ha fatto quello che doveva fare, segnando quattro touchdown e con ampi margini di miglioramento per il futuro. Una segnalazione per gli special team che sono stati davvero un’arma in più domenica e sono molto contento per l’esordio in campionato di molti rookie”.

Riccardo “Acido” Lo Presti, Defense Coordinator: “E’ stata una partita fisica, che ha messo in evidenza alcune lacune difensive di cui eravamo consci e sulle quali stiamo già lavorando, ma i ragazzi hanno risposto ottimamente agli aggiustamenti richiesti dagli allenatori, tanto da risultare dominanti nel 2° e 3° quarto e questo ha concesso al nostro attacco la possibilità di mettere al sicuro il risultato. Il 4° quarto ha visto la rotazione in campo di tutti i giocatori con l’esordio in prima squadra di elementi provenienti dalle giovanili e quindi ritengo ininfluente il TD subito. Certo non sono completamente soddisfatto dalla prestazione, perché occorre una difesa dominante per rendere vincente una squadra, ma ci stiamo lavorando e sono sicuro che i risultati arriveranno, già dalla prossima partita”.

Foto by Giorgia Villanova

Per informazioni
Ufficio Stampa
Barbara Allaria
press@bluestorms.it

Share Now

Related Post