Blue Storms all’inferno. Blue Kids in paradiso

Stagione da dimenticare per il team senior, che per la prima volta nella loro storia cade anche sul campo dei Gorillas. Il team U17 si qualifica alle finali di categoria del Campionato di Flag Football.   

Busto Arsizio, 6 maggio 2019 – La parola d’ordine è “dimenticare in fretta”. Dimenticare una stagione nata con aspettative altissime e che si appresta a finire nel peggiore dei modi. A tre giornate dal termine della regular season, infatti, i Blue Storms non sono ancora riusciti a mettere una W sul tabellone e attualmente, dopo la sconfitta contro i Gorillas di sabato sera, occupano l’ultimo posto in classifica. Pochi i progressi visti in campo e sempre e solo ad opera della difesa, che ha messo a segno l’unico TD di serata per i Blue, grazie ad un grande intercetto del “solito” Christian Sottura. Malgrado tutto, però, l’Head Coach bustocco, Wayne Anderson Jr., ha parole di elogio per i suoi ragazzi, il cui impegno anche sabato sera è stato innegabile:

Sono molto contento di come ha giocato la squadra. Pur avendo perso 21 a 6, secondo me abbiamo giocato globalmente bene in tutti i reparti. La nostra difesa ha fatto un gran lavoro eseguendo al meglio ogni schema e riuscendo a contenere le azioni di corsa personali del bravo QB dei Gorillas. Eravamo convinti che, date le sue doti atletiche e il fatto che avrebbe ricoperto il ruolo di quarterback per la prima volta questa stagione, si doveva tentare di spingerlo a lanciare più che a correre. Dai filmati che abbiamo potuto visionare, è un giocatore esplosivo nei giochi di corsa, capace di affidarsi alle proprie gambe per big play che hanno fino ad ora fatto parecchio male agli avversari. Ha comunque anche lanciato bene, ma era un fatto che andava considerato. E’ stata la difesa a segnare, per la seconda volta questa stagione, grazie ad un intercetto di Christian Sottura riportato direttamente in meta. Ottimo il lavoro degli special team, che hanno garantito buone posizioni di partenza in campo al nostro attacco che, finalmente, ha mostrato segni di vita, conducendo alcuni buoni drive e muovendo bene la palla, anche se i problemi poi sono stati sempre gli stessi. Quando si lotta in attacco e ti si presentano delle buone opportunità per fare gioco, bisogna finalizzare. E’ quello che ci è successo ma ancora una volta non siamo riusciti a trarne vantaggio. Sono orgoglioso dell’impegno dei miei atleti, perché hanno fatto di tutto, tranne riuscire a varcare la endzone dei nostri avversari. Sul finire dell’ultimo quarto di gioco ho chiamato un time out. Eravamo al quarto tentativo, con 10 yard ancora da guadagnare, sulle nostre 25. Ho chiesto ai miei giocatori: vogliamo andarci a prendere il primo down o faccio entrare il punter? Mi hanno risposto tutti insieme, convinti, di voler provare a prendere il primo down. E così hanno fatto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per finire, vorrei complimentarmi con coach Tony Monza per il gran lavoro che ha fatto a Varese con i Gorillas questa stagione. E’ un ottimo allenatore, molto rispettato in Italia. Questa partita ha avuto un sapore speciale per me, perché Tony ed io abbiamo allenato insieme, nel 2008, a Roma i Lazio Marines. Lui come allenatore dei quarterback, io come offensive coordinator. Possiamo a ben ragione dire, dunque, che sabato sera lo studente ha fatto meglio del maestro!”

Prossimo impegno per i Blue Storms, sabato prossimo, alle 19.00, per l’ultima partita casalinga, contro i Mastifs Canavese. Kick off ore 19.00

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per il Presidente Parma le soddisfazioni arrivano dal flag e, nello specifico, dalla formazione Under 17 che, salvo sorprese, dovrebbe essere qualificata per le finali del prossimo giugno a Grosseto, forti delle due vittorie su 3 incontri disputati domenica a Torino e che proietta il team al secondo posto in classifica nel Girone A, dietro ai Seamen Milano. Ed è proprio contro i milanesi che i Blue Kids hanno perso, al termine di una giornata che li aveva visti vincere in modo convincente prima contro i Giaguari (24 a 19) e poi contro i Blitz (28 a 6). Meno bene la Under 15, inserita in un girone di ferro e ancora un po’ indietro rispetto alle avversarie. Per loro 3 sconfitte su 3 partite e tutto da rinviare al prossimo anno. Soddisfatto coach Simone Colombo dei più giovani, gli Under 13, che chiudono il campionato con una bella vittoria per 18 a 13 contro i Pirates, dalla quale si ripartirà per costruire la stagione 2020.

Ufficio Stampa Blue Storms
Barbara Allaria
0331-770343
338-6541305

Share Now

Related Post