I Blue Storms si impongono anche nella trasferta più impegnativa della stagione regolare, battendo i Crusaders Cagliari per 31 a 2.

Busto Arsizio, 7 maggio 2018 – Che non sarebbe stata una vacanza lo sapevano sin dall’inizio i Blue Storms, che sabato sera hanno affrontato a Cagliari i Crusaders in quella che, senza dubbio, è sempre una delle trasferte più impegnative della stagione. Sono ormai 4 anni che il team del Presidente Parma deve fare i conti (in tutti i sensi!) con questo impegno che, se da un lato richiede sforzi economici ed organizzativi non indifferenti, dall’altro continua a regalare soddisfazioni. Sì, perché i Blue Storms da Cagliari sono tornati ancora una volta da vincitori, pur con un roster ridotto rispetto alle proprie potenzialità e fortemente rimaneggiato per via di qualche infortunio di troppo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La trasferta di Cagliari, come previsto, si è rivelata un impegno decisamente ostico. Abbiamo affrontato un team molto ben preparato tatticamente ed estremamente determinato – ha dichiarato l’OC di Busto, Alessandro Barbero Per contro, il nostro attacco è sceso in campo con molte incognite sulle spalle a causa delle numerose assenze, a cui si sono aggiunti due infortuni che hanno notevolmente pesato: in linea d’attacco eravamo privi di due giocatori e al terzo quarto abbiamo dovuto incassare l’infortunio del centro titolare (Raffaele Ceci) e l’uscita di scena dell’OT destro Marco Chiari. Quindi siamo riusciti a sostenere mezza partita con due soli “veri” uomini di linea, rimpiazzando le altre tre posizioni con autentiche invenzioni, tra cui il FB Cristian Peron, schierato come guardia. Tra i ricevitori erano da contare più le assenze che le presenze: solo quattro i ricevitori arrivati a Cagliari, di cui due infortunati, al 50/60% del proprio potenziale. La nota più positiva è stata, a mio avviso, la prestazione del nostro quarterback, Marco Gementi, che definirei perfetto in ogni situazione, con un solo passaggio leggermente fuori misura, abile a sfuggire all’asfissiante pressione difensiva e autore di un TD su QB sneak, guadagnata di “prepotenza”. Complessivamente sono molto soddisfatto ed orgoglioso dei miei ragazzi, che hanno dimostrato concentrazione, capacità e carattere da vendere, in ogni frangente, incuranti delle notevoli problematiche. ”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

D’accordo con questa analisi anche l’Head Coach, Riccardo Lo Presti, che analizzando l’andamento dell’incontro non può che applaudire alla ‘tenuta’ di un team che pare trovare ad ogni incontro nuove risorse, segno incontrovertibile della crescita di un gruppo ricco di talento: “I Crusaders sono cresciuti molto in questi ultimi anni, li ho trovati ben organizzati. Avevano preparato bene la partita, ma le differenze tra noi e loro per il momento ci sono e si sono viste in campo”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MVP del match, Marco Gangi, WR, autore di alcune ricezioni di grande qualità, e Edoardo Macchi, LB, grazie al cui intercetto riportato direttamente in endzone i Blue Storms hanno, di fatto, spento gli entusiasmi della squadra di casa.

Prossimo impegno per il team bustocco, in vetta al girone C a punteggio pieno, la sfida contro i Gorillas in programma sabato 12 maggio nella prestigiosa cornice dello Stadio Ossola di Varese. Kick off ore 15.00.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Marcatori: Marco Gementi (rush), Alessandro Robustellini (field goal), Gabriele Tranchina (rush), Edoardo Macchi (intercetto riportato in meta), Andrea Posté (rush).

Classifica Girone C: Blue Storms 6-0 – Skorpions 3-2 – Crusaders 1-5 – Gorillas 0-4

 

Foto di Giorgia Villanova

Per informazioni
Ufficio Stampa
Barbara Allaria
press@bluestorms.it

Share Now

Related Post

blog-grid

see you next year :(

blog-grid

Blue Storms vs Daemons