Umberto Maj in azione

La prima giornata del Campionato di II Divisione si chiude con la
soddisfazione della vittoria nel primo derby di stagione contro gli
Skorpions Varese

Busto Arsizio, 2 marzo 2015 – Sole, temperatura primaverile e campo tirato a lucido: “La giornata perfetta per giocare a football”, ripetevano i ragazzi durante la fase di riscaldamento della partita di apertura del Campionato di II Divisione di football americano. E giornata perfetta è stata, in casa Blue Storms, perché la squadra è finalmente riuscita ad aggiudicarsi il primo derby di stagione contro gli amici-nemici degli Skorpions Varese. Impresa non facile, perché negli ultimi anni il risultato è sempre stato a favore degli scorpioni e il destino sembrava essere già segnato. Ma i ragazzi di coach Ganci hanno lavorato sodo, iniziando la preparazione con largo anticipo quest’anno, per non lasciare nulla al caso. E il lavoro ha pagato, perché, sotto di tre punti a metà partita, i Blue Storms hanno saputo reagire e tenere benissimo il campo, senza cedimenti, rimontando fino a portare il risultato finale sul 18 a 6.

Linee a confrontoCerto non sono mancate le incertezze e gli errori: il reparto difensivo, in particolar modo, è parso nervoso e poco concentrato, soprattutto nei primi due tempi di gioco e le statistiche parlano da sé: 78 yds di penalità complessive (quasi tutte responsabilità della difesa) che hanno pesato come macigni sulla qualità del gioco. Errori anche in attacco, con il gioco aereo che fatica a decollare e che costringe più volte al punt. Il risultato si sblocca nel primo quarto grazie al field goal da 21 yds messo a segno da Marco Gangi (altro talento uscito dalle giovanili bustocche) e in tribuna si comincia a sorridere silenziosamente. Nel secondo quarto di gioco gli Skorpions approfittano dei tanti errori bustocchi e si portano in vantaggio: 6 a 3. I Blue Storms rientrano in campo dopo la pausa con grande determinazione e l’attacco comincia a macinare gioco, soprattutto di corsa. Il terzo quarto si chiude con un nulla di fatto, ma i Blue Storms sembrano finalmente aver trovato il bandolo della matassa. Nel quarto ed ultimo tempo di gioco, la svolta: i bustocchi chiudono un down dietro l’altro e infine segnano per due volte consecutive, con il giovane QB Andrea Fimiani, prima con una breve corsa laterale e poi con una QB sneak. Le trasformazioni da 2 punti ad opera di Matteo Capettini e da un punto grazie al piede di Marco Gangi, chiudono il risultato portandolo sul 18 a 6.

“Sono soddisfatto della prestazione dei ragazzi. L’attacco ha faticato un po’ all’inizio, per salire molto di livello nel secondo tempo portando a casa quasi 150 yard tra corse e passaggi. Ottima la prestazione di Umberto Maj che supera le 100 yard su corsa grazie anche ai blocchi della linea. Difesa arcigna, soprattutto dopo un primo quarto in cui i troppi falli hanno permesso agli Skorpions di percorrere tutto il campo e segnare. Dopo quel momento di sbandamento i difensori non hanno concesso più nulla agli avversari tenuti sotto le 3 yard di media a corsa.” Queste le parole a fine partita dell’Head Coach Giovanni Ganci.

Adesso un turno di riposo, e poi il 15 marzo, altro “derby”, questa volta contro i Frogs Legnano, ieri pesantemente sconfitti in casa dai Daemons Martesana. Fondamentale per i Bue Storms sarà non perdere la concentrazione, memori di quanto successo la scorsa stagione quando, vinta la prima partita, non
riuscirono più ad andare a segno per tutto il resto della stagione.

Foto by Giorgia Villanova

Per informazioni
Ufficio Stampa
Barbara Allaria
press@bluestorms.it